Il Bando

Il bando è chiuso

In accordo con la propria politica in materia di Responsabilità Sociale d’Impresa (CSR), TAP si impegna a finanziare progetti di investimento socio-ambientale nei tre Paesi che il gasdotto attraverserà (Grecia, Albania e Italia). Questo impegno si fonda sulla volontà di TAP di creare “valore condiviso” e sviluppare relazioni durature con i propri portatori di interesse.

 

Cos’è

Il bando intende promuovere il miglioramento della qualità della vita della popolazione di Melendugno mediante il sostegno allo sviluppo di progetti attraverso finanziamenti ad associazioni ed enti no profit. Le iniziative finanziate potranno avere carattere sociale, culturale e ambientale e dovranno svolgersi nel territorio di Melendugno.

Obiettivi

Il bando persegue i quattro obiettivi generali del Social and Evironmental Investment (SEI) Programme della Trans Adriatic Pipeline:

  1. promuovere lo sviluppo economico locale nei settori di principale interesse locale;
  2. promuovere il miglioramento della qualità della vita delle comunità locali dei territori interessati dagli interventi infrastrutturali previsti dal progetto TAP;
  3. promuovere l’incremento delle competenze e delle abilità delle comunità locali;
  4. promuovere il miglioramento della gestione dell’ambiente.

Documenti obbligatori

a) Atto costitutivo e Statuto del soggetto proponente;
b) Eventuali certificazioni relative al riconoscimento giuridico dell’organizzazione o all’iscrizione/accreditamento ad Albi o Registri comunali/provinciali/regionali/nazionali;
c) Bilancio o rendiconto finanziario del soggetto proponente relativo all’ultima annualità disponibile;
d) Istanza di finanziamento (Allegato 1);
e) Dichiarazione di partecipazione del soggetto membro del partenariato (Allegato 2);
f) Scheda-progetto (Allegato 3);
g) Lettere di Supporto/Patrocinio attestanti il sostegno al progetto di altre istituzioni non incluse nel partenariato (se esistenti);
h) Autorizzazioni in forma scritta (permessi, nulla osta, licenze, ecc.) necessarie per poter legittimamente realizzare le attività previste dal progetto nel caso in cui il legittimo proprietario e/o titolare del/i bene/i immobile/i coinvolto/i dal progetto sia soggetto diverso dal soggetto proponente.

Tempistica

I soggetti proponenti dovranno inviare tutta la documentazione obbligatoria per la partecipazione al bando in formato cartaceo e digitale quest’ultimo salvato su supporto pen drive USB o CD (1 copia per ciascun documento) a mezzo posta ordinaria o consegna a mano o a mezzo corriere espresso entro e non oltre le ore 12:00 del giorno 30 settembre 2016, presso la sede operativa di TAP al seguente indirizzo:

Trans Adriatic Pipeline AG Italy
Via Templari, 11
73100 Lecce, Italia

Soggetti beneficiari

Possono presentare proposte progettuali le associazioni e gli enti no profit (ovvero senza scopo di lucro) con sede legale nel Comune di Melendugno operanti in ambito sociale, culturale e ambientale. La partecipazione al bando è ammessa sia in forma singola (ovvero un unico soggetto proponente) sia in forma di partenariato.

Requisiti di ammissibilità

Per la partecipazione in forma singola:

a) possesso da parte del soggetto proponente di forma giuridica rientrante in quelle ammesse al bando (no profit);
b) sede legale del soggetto proponente nel Comune di Melendugno;
c) data di costituzione del soggetto proponente precedente alla data di apertura del presente bando;
d) iscrizione del soggetto proponente ad Albi o Registri comunali/provinciali/regionali/nazionali, ove tale soggetto sia tenuto;
e) coerenza delle finalità statutarie e delle attività svolte dal soggetto proponente con le finalità e gli obiettivi strategici del TAP SEI Programme e con le politiche e i valori in materia di Responsabilità Sociale di Impresa (CSR) di TAP;
f) assenza, nell’ambito delle finalità statutarie e delle attività svolte dal soggetto proponente, di finalità di sostegno/contrasto a ideologie, partiti, campagne politiche di qualsiasi tipo, nonché assenza di qualsiasi discriminazione basata sulla razza, sulla religione, sul sesso, sull’età, sull’orientamento sessuale, sulla presenza di disabilità motorie/cognitive, ecc.;
g) il rappresentante legale del soggetto proponente deve dichiarare di non avere riportato condanne penali e di non avere carichi pendenti.

 

Per la partecipazione in forma di partenariato:

a) possesso da parte di tutti i soggetti facenti parte del partenariato di forma giuridica rientrante tra quelle ammesse al bando;
b) sede legale del soggetto capofila del partenariato nel Comune di Melendugno;
c) sede legale dei restanti soggetti facenti parte del partenariato in Italia;
d) data di costituzione del soggetto capofila e di tutti i soggetti facenti parte del partenariato precedente alla data di apertura del presente bando;
e) iscrizione di tutti i soggetti facenti parte del partenariato ad Albi o Registri comunali/provinciali/regionali/nazionali, ove tali soggetti siano tenuti;
f) coerenza delle finalità statutarie e delle attività svolte da tutti i soggetti facenti parte del partenariato con le finalità e gli obiettivi strategici del TAP SEI Programme e con le politiche e i valori in materia di Responsabilità Sociale di Impresa (CSR) di TAP;
g) assenza, nell’ambito delle finalità statutarie e delle attività svolte da tutti i soggetti facenti parte del partenariato, di finalità di sostegno/contrasto a ideologie, partiti, campagne politiche di qualsiasi tipo, nonché assenza di qualsiasi discriminazione basata sulla razza, sulla religione, sul sesso, sull’età, sull’orientamento sessuale, sulla presenza di disabilità motorie/cognitive, ecc.;
h) numero di partner facenti parte del partenariato non superiore a 3, incluso il capofila;
i) il rappresentante legale di ciascun soggetto facente parte del partenariato deve dichiarare di non avere riportato condanne penali e di non avere carichi pendenti.

Ciascun soggetto proponente può presentare nell’ambito del presente bando una sola proposta progettuale.

Non è ammessa la partecipazione a più partenariati. Inoltre, i soggetti partecipanti in forma singola non possono partecipare al Bando nell’ambito di altri partenariati.

La partecipazione al presente bando non determina l’esclusione da eventuali bandi che saranno promossi in futuro da TAP.

Faq

Chi può partecipare al bando?

Possono partecipare al bando le associazioni e gli enti non profit con sede legale nel Comune di Melendugno operanti in ambito sociale, culturale e ambientale. La partecipazione al bando è ammessa sia in forma singola (ovvero un unico soggetto proponente) sia in forma di partenariato. Il partenariato potrà essere composto da un numero massimo di 3 (tre) soggetti, incluso il soggetto capofila. Il partenariato deve essere composto da almeno un’associazione o ente non profit avente sede legale nel Comune di Melendugno (nel ruolo di capofila) e da altre organizzazioni non profit aventi sede legale in Italia. Il partenariato può, inoltre, includere enti pubblici aventi sede legale in Italia con esperienza in settori di interesse per il bando come (elenco a titolo esemplificativo e non esaustivo):

  • istituzioni scolastiche (di ogni livello) e università;
  • istituzioni sanitarie (ospedali, ASL, ecc.);
  • istituzioni culturali (musei, teatri, ecc.);
  • enti operanti nella salvaguardia e tutela dell’ambiente.

Ogni altro tipo di soggetto pubblico che non vanti esperienza diretta nei settori di interesse del bando può partecipare al progetto esclusivamente in forma di patrocinante o sostenitore contribuendo al progetto attraverso contributi finanziari e/o in natura (ad es., cessione gratuita di spazi).

Tutti i soggetti, sia in riferimento alla partecipazione in forma singola sia in forma di partenariato, devono avere data di costituzione precedente alla data di pubblicazione del bando.

Torna su

Possono partecipare al bando anche singoli individui?

No.

Torna su

Un’associazione non riconosciuta può partecipare al bando?

Sì, a patto che l’ente non profit sia dotato di rappresentante legale, Atto Costitutivo e Statuto e codice fiscale.

Torna su

È necessario avere una partita iva?

No, ma è necessario avere un codice fiscale.

Torna su

Lo stesso soggetto può partecipare al bando sia in forma singola sia in forma di partenariato?

No. Ciascun soggetto può partecipare al bando con un’unica proposta progettuale esclusivamente in forma singola o, alternativamente, nell’ambito di un partenariato. La partecipazione al presente bando non determina l’esclusione da eventuali bandi che saranno promossi in futuro da TAP.

Torna su

Lo stesso soggetto può partecipare al bando nell’ambito di più parteneriati?

No. Ciascun soggetto può essere membro di un unico partenariato.

Torna su

Si possono presentare progetti in partenariato con associazioni/enti pubblici che hanno sede all’estero?

No. Il partenariato deve essere composto da un’associazione o ente non profit avente sede legale nel Comune di Melendugno (nel ruolo di capofila) e da altre organizzazioni non profit o istituzioni pubbliche – limitatamente a quelle indicate come ammissibili – aventi sede legale in Italia. Tuttavia, possono partecipare al bando organizzazioni internazionali aventi sedi operative in Italia esclusivamente se in partenariato avente come capofila una organizzazione non profit con sede legale a Melendugno.

Torna su

Quanti progetti è possibile presentare per partecipare al bando?

Ciascun soggetto proponente (sia nel caso di partecipazione in forma singola, sia nel caso di partecipazione in forma di partenariato) può presentare una sola proposta progettuale.

Torna su

Gli enti pubblici possono partecipare al bando?

Gli enti pubblici possono partecipare al bando nell’ambito di un partenariato avente come capofila un’organizzazione non profit con sede legale a Melendugno. Tuttavia, è ammessa la partecipazione al partenariato ai soli enti pubblici aventi sede legale in Italia con esperienza in settori di interesse per il bando come (elenco a titolo esemplificativo e non esaustivo):

  • istituzioni scolastiche (di ogni livello) e università;
  • istituzioni sanitarie (ospedali, ASL, ecc.);
  • istituzioni culturali (musei, teatri, ecc.);
  • enti operanti nella salvaguardia e tutela dell’ambiente.

Ogni altro tipo di soggetto pubblico che non vanti esperienza diretta nei settori di interesse del bando può partecipare al progetto esclusivamente in forma di patrocinante o sostenitore contribuendo al progetto attraverso contributi finanziari e/o in natura (ad es., cessione gratuita di spazi).

Torna su

Quando devono essere realizzati i progetti?

I progetti finanziati dovranno essere realizzati entro e non oltre 12 mesi dalla firma della Convenzione che verrà stipulata tra TAP e soggetto beneficiario. Il termine dei 12 mesi si riferisce esclusivamente alla realizzazione delle attività previste dal progetto e non include l’espletamento degli adempimenti a carico del soggetto beneficiario riguardanti la rendicontazione delle attività e delle spese realizzate.

Torna su

È possibile presentare una richiesta di contributo superiore a 25.000 euro?

No. A ciascun soggetto beneficiario/partenariato può essere accordato un contributo non superiore a Euro 25.000,00. Tuttavia, possono essere presentate proposte progettuali aventi un budget complessivo superiore a Euro 25.000,00 in presenza di cofinanziamento da parte del soggetto proponente o da soggetti terzi.

Torna su

È possibile presentare una richiesta di contributo inferiore a 25.000 euro?

Sì.

Torna su

Quali tipologie di spesa sono ammesse al contributo?

Sono ammesse al contributo le seguenti tipologie di spesa con i relativi vincoli e condizioni:

Tipologie di spesa Vincoli
a)  Spese per acquisto di materiale di consumo necessario alla realizzazione del progetto   La sommatoria delle voci di spesa di cui ai punti a), b) e c) non deve superare il 40% del budget complessivo del progetto
b)  Spese per acquisto/noleggio di strumenti/attrezzature necessari alla realizzazione del progetto Nei limiti della quota di ammortamento commisurata alla durata effettiva del progetto.

Per le spese di importo non superiore a Euro 516,00 non si prevede l’imputazione della quota di ammortamento

c)  Spese per locazione di immobili necessari per la realizzazione del progetto Nei limiti della quota commisurata alla durata effettiva del progetto
d)  Spese per la retribuzione del personale interno (staff) impiegato nella realizzazione del progetto  
e)  Spese per la retribuzione del personale esterno eventualmente incaricato per la realizzazione del progetto  
f)   Spese per compensi per servizi e prestazioni professionali di terzi finalizzati alla realizzazione del progetto  
g)  Rimborsi spese del personale volontario eventualmente coinvolto nella realizzazione del progetto Nel limite del 10% rispetto al budget complessivo del progetto
h)  Spese generali di gestione dell’organizzazione proponente/delle organizzazioni facenti parte del partenariato Nel limite del 10% rispetto al budget complessivo del progetto
i)   Spese per vitto, alloggio e viaggi finalizzati alla realizzazione del progetto Nel limite del 10% rispetto al budget complessivo del progetto
j)   Spese assicurative relative alle attività del progetto Nel limite del 10% rispetto al budget complessivo del progetto

 

Ad ogni modo, i soggetti beneficiari, nel momento in cui usino dei fondi TAP per l’acquisto di beni e servizi, sono tenuti a presentare almeno due preventivi di spesa.

Torna su

Quando verrà erogato il contributo?

Una prima tranche del contributo pari al 50% del contributo totale sarà erogata in sede di firma della Convenzione tra TAP e soggetto beneficiario.

Una seconda tranche del contributo pari al 40% del contributo totale sarà erogata previa rendicontazione da parte del soggetto beneficiario delle spese effettuate nel corso della prima fase di attività in misura pari ad almeno il 50% dell’intero budget previsionale del progetto. La rendicontazione delle spese (e delle attività realizzate) dovrà essere effettuata secondo quanto stabilito da TAP nell’ambito delle “Linee guida per la realizzazione dei Report sulle attività e per la rendicontazione delle spese del progetto”.

Una terza ed ultima tranche di contributo pari al 10% del contributo totale sarà erogata al termine dello svolgimento del progetto previa rendicontazione da parte del soggetto beneficiario delle spese effettuate nel corso dell’intero svolgimento del progetto in misura pari ad al 100% dell’intero budget previsionale del progetto. La rendicontazione delle spese (e delle attività realizzate) dovrà essere effettuata secondo quanto stabilito da TAP nell’ambito delle “Linee guida per la realizzazione dei Report sulle attività e per la rendicontazione delle spese del progetto”.

 

Le modalità di erogazione del contributo, in ogni caso, verranno specificatamente disciplinate tramite un’apposita Convenzione che verrà stipulata tra TAP e soggetto beneficiario successivamente alla pubblicazione dell’elenco definitivo dei soggetti beneficiari.

Torna su

Come avverrà la selezione dei progetti vincitori?

La procedura di valutazione delle proposte progettuali si articolerà nelle seguenti fasi:

  • Verifica di ammissibilità: verifica amministrativa preliminare delle proposte progettuali sotto il profilo della correttezza formale, ossia della conformità con quanto stabilito dal bando rispetto ai requisiti di ammissibilità dei soggetti proponenti, alle tipologie di progetti ammissibili, alla completezza e regolarità della documentazione presentata, al termine della quale sarà individuato e reso pubblico l’elenco dei soggetti proponenti ammessi alle fasi successive del processo di valutazione.
  • Valutazione di merito: valutazione dei contenuti delle proposte progettali dei soggetti proponenti in possesso dei requisiti di ammissibilità realizzata da un’apposita Commissione di valutazione composta da rappresentanti della TAP e da soggetti esterni e indipendenti esperti nei settori di intervento del bando, al termine della quale sarà individuato un elenco provvisorio dei soggetti beneficiari.
  • Integrity Due Diligence di tutti i soggetti beneficiari inseriti nell’elenco provvisorio.
  • Approvazione e pubblicazione dell’elenco definitivo dei soggetti beneficiari.
  • Fase di negoziazione e Firma della Convenzione: TAP supporterà i soggetti beneficiari nell’effettuare modifiche o migliorie alle relative proposte progettuali, se necessario.
Torna su

Che cos’é l’integrity due diligence?

L’espressione Integrity Due Diligence si riferisce all’attenzione e alla cura che si dovrebbero prestare, prima di stipulare un accordo con una controparte. Più chiaramente, è un processo organizzato di raccolta dati e di analisi di informazioni dettagliate allo scopo di pervenire a una valutazione circa la fattibilità e l’opportunità di stipulare un accordo con una controparte.

Torna su

Quando e in che modo verrà comunicato l’elenco dei progetti vincitori?

A conclusione della procedura di valutazione, prevista entro il 31 dicembre 2016, nel sito web dedicato della TAP all’indirizzo www.tapstart.it verrà reso pubblico l’elenco definitivo dei soggetti beneficiari e l’entità del contributo deliberato a favore di ciascun soggetto beneficiario.

Torna su

Come posso ottenere ulteriori informazioni riguardanti il bando?

Per informazioni relative al bando è possibile rivolgersi a TAP telefonando al numero 06.3221450 (dal lunedì al venerdì dalle 9.00 alle 13.00 e dalle 14.00 alle 18.00) oppure inviando un messaggio di posta elettronica all’indirizzo tapstart@tap-ag.com.

Torna su

Il progetto Tap

Il Trans Adriatic Pipeline (TAP) è il gasdotto che porterà in Italia oltre 10 miliardi di metri cubi di gas provenienti dall’area del Mar Caspio, aprendo un nuovo corridoio energetico. Il gasdotto attraversa tre paesi Grecia, Albania e Italia, dove approderà sul litorale di San Foca, Marina di Melendugno (LE). Per maggiori informazioni su TAP visita il sito: www.tap-ag.it

Info

Vuoi ricevere maggiori informazioni sul bando?
Registrati e ti contatteremo